Nepal

51B0YWhA6IL._SX425_.jpg
Nepal.jpg

Incastonato fra le imponenti pareti dell'Himalaya e le umide giungle indiane, il Nepal è una terra di neve e sherpa, di yak e yeti, di monasteri e mantra.

Luoghi da vedere

Nonostante il terremoto del 2015, il cuore storico della vecchia Kathmandu rimane un museo di architettura a cielo aperto: un magnifico mosaico di templi, pagode, padiglioni e santuari medioevali.

Il trekking di due settimane che raggiunge la base della montagna più alta del mondo è il sogno di molti. Nonostante alcuni danni ai sentieri causati dal terremoto, e la vista solo parziale dell'Everest, le vette circostanti sono maestose e la mezz'ora passata ad ammirare il bagliore che circonda le cime del Pumori e dell'Ama Dablam vale il malessere dovuta all'alta quota di cui indubbiamente soffrirete.

Il trekking intorno al massiccio dell'Annapurna è il più famoso del Nepal ed è facile capire perchè. I lodge sono comodi, il terremoto ha fatto pochi danni.

Delle tre antiche città della valle di Kathmandu, tutte siti UNESCO, la medioevale Bhaktapur è probabilmente quella più autentica. Sebbene il terremoto del 2015 l'abbia danneggiata gravemente le sue stradine continuano a ospitare animati templi e pagode, come il Nayatapola, il più alto del Nepal.

Situato nell'altro Nepal; quello delle umide pianure, il Parco Nazionale di Chitwan è uno dei luoghi più belli dell'Asia per osservare gli animali selvatici.

Presso il villaggio di Bodhnath, il centro della comunità tibetana nepalese, si trova lo stupa più grande dell'Asia, una spettacolare struttura con cupola bianca e guglia a gradini che richiama pellegrini da ogni dove.

Pokhara, La seconda località turistica del Nepal manca forse della profondità storica di Kathmandu, ma saprà conquistarvi con un atmosfera rilassata e una posizione geografica tra le più spettacolari del paese.

Tempio di Maya Devi, Lumbini. Un pellegrinaggio nella città luogo di nascita del Buddha è una delle grandi esperienze spirituali di un viaggio in Nepal. Qui potrete visitare il luogo esatto dove, 2500 anni fà, venne alla luce Siddhartha Gautarma, per poi addentrarvi nel dedalo di templi costruiti dai paesi buddhisti confinanti.

Il famoso stupa di Swayambhunath, dalla cupola imbiancata a calce, è un sito tutelato dall'UNESCO ma anche uno dei santuari più sacri del Nepal.

Specialità

Daal bhaat tarkari
Daal bhaat tarkari

Zuppa di lenticchie con riso e verdure al curry. Se siete fortunati sarà insaporita con achar (sottaceti) e magari un pò di chapati (pane non lievitato indiano), oppure papard (frittella di farina di lenticchie).

press to zoom
Juju dhau
Juju dhau

Chi visita Bhaktapur dovrebbe assaggiare lo juju dhau, uno yogurt meravigliosamente denso e cremoso.

press to zoom
Sikarni
Sikarni

Dessert tradizionale molto amato a base di yogurt con cannella, noci e frutta secca.

press to zoom
momo
momo

Ravioli ripieni di carne.

press to zoom

Quando andare

Alta stagione

Ottobre-Febbraio

Media stagione

Marzo-Maggio

Bassa stagione

Giugno-Settembre

Mezzi di trasporto

volo_iStock-155380716.jpg

Aereo

I voli dalle principali città sono efficienti, mentre quelli che conducono all'imbocco di molti sentieri montani dipendono dalle condizioni atmosferiche e subiscono spesso ritardi e cancellazioni.

download (1).jpg

Autobus

Gli autobus turistici sono comodi, dotati di aria condizionata e relativamente sicuri e affidabili. I minibus sono rapidi ma in genere sovraffollati e i mezzi locali sono, senza eccezioni, scomodi, lenti e affollati.

istockphoto-492362277-612x612.jpg

Taxi

In Nepal non troverete auto a noleggio, a meno che non si tratti di un veicolo con autista, che è possibile prenotare presso molte agenzie. le motociclette possono essere invece noleggiate a Kathmandu e Pokhara.

informazioni per il vostro viaggio

Moneta e Lingua

La valuta nazionale è il Rupia Nepalese (NPR).

Il Nepal è un punto d'incontro tra la cultura indo-aria e quella tibetana.

Il Nepalese, la lingua ufficiale, appartiene al ramo indoeuropeo e si avvale dell'alfabeto devanagari a carattere sillabico.

Sicurezza

Lo stato è sicuro sotto ogni profilo, atti di criminalità sono molto rari. Tuttavia da anni sono in corso degli scontri con le autorità governative. Si registrano molti scioperi in diverse aree del paese a volte sfociati in violente manifestazioni. Pertanto suggeriamo di non sostare durante le manifestazioni.

Un grande problema nel paese è quello della sicurezza stradale, sia dei pedoni che degli automobilisti. Noterete come la guida dei nepalesi è particolarmente disinvolta e pericolosa. Vi è scarsa attenzione delle norme di sicurezza e gli incidenti sono all'ordine del giorno. In particolare la strada di collegamento tra Pokhara e Katmandu è tra le più rischiose.

Requisiti d'ingresso

Il passaporto deve avere una validità residua di almeno 6 mesi. Il visto è obbligatorio e si ottiene in aeroporto o ai valichi di frontiera. Per ottenerlo occorre presentare, oltre al passaporto, due foto tessera. Il suo costo varia in base ai giorni di soggiorno.

Situazione Sanitaria

Il sistema sanitario pubblico nepalese è fortemente carente rispetto alle esigenze della popolazione. L'ospedale Bir di Katmandu è, con i suoi 458 posti letto, uno dei più capienti del paese. Esiste inoltre un sistema di cliniche private.

Si consiglia di evitare sempre di bere acqua di rubinetto o acqua pubblica. Anche per lavarsi i denti è sempre consigliabile utilizzare acqua in bottiglia oppure acquistare dei kit di purificazione dell'acqua. Bere il tè anche acquistato per strada è sicuro in quanto l'acqua è bollita. Riguardo ai cibi si sconsiglia tutto ciò che non è cotto come l'insalata, perché potrebbe essere contaminata con acqua non pura.