Polonia

_data_prod_img_bandiera-polonia_jpg_rw_7
istockphoto-517263495-1024x1024.jpg

Gioielli medioevali come Cracovia e Danzica  competono con l'energia di Varsavia nel catturare l'attenzione dei viaggiatori. Fuori dalle città, boschi,fiume, laghi e colline richiamano chi ama divertirsi all'aperto.

Luoghi da vedere

Un atmosfera particolare aleggia sulle piacevoli strade e piazze dell'antica sede reale di Cracovia, con la sua inebriante e armoniosa commissione di storia e stili architettonici.

La capitale della Polonia Varsavia ha una storia drammatica e i suoi migliori musei riflettono questo passato complicato.

Danzica. Maestose chiese in mattoni rossi si alternano a raffinate case di mercanti, incastonate con eleganza tra palazzi che fiancheggiano ampie strade e tortuose viuzze medioevali. Cosmopolite opere d'arte e manufatti, retaggio del ricco passato marittimo e commerciale della città.

Breslavia durante la sua storia turbolenta, città della Slesia solcata dall'Oder che sotto i Tedeschi si chiamava Breslau, è sopravvissuta assorbendo le influenze dei suoi invasori. Gravemente danneggiata durante la guerra, è stata accuratamente ricostruita attorno alla bella piazza principale, con un intrigante complesso di edifici al centro.

La stagione è piuttosto breve e il mare uno dei più freddi d'Europa, ma, per chi ama la sabbia, non c'è posto migliore delle bionde spiagge del Baltico.

Castello di Malbork. Il gotico e maestoso quartier generale dell'ordine Teutonico è una montagna di mattoni tenuti insieme da un mare di malta. Sede dell'onnipotente gran maestro dei cavalieri teutonici, fu poi la residenza dei re polacchi in visita in Pomerania.

A differenza di molte altre città della Polonia settentrionale, ridotte a un cumulo di macerie, Torun è uscita miracolosamente indenne dalla seconda guerra mondiale, consegnando ai visitatori una città gotica percorsa dalla Vistola vorticosa e circondata da mura magnificamente preservate.

Il bisonte che campeggia sull'etichetta della birra Zubr o della vodka Zubrowka comincia ad assumere un senso dopo la visita a questo piccolo frammento di foresta incontaminata al confine con la Bielorussia.

Auschwitz Birkenau. I resti dell'atroce campo di sterminio, istituito dai nazisti nel 1941, sono una dolorosa testimonianza del più grande genocidio della storia e del milione di persone che qui vennero uccise. Oggi è un museo e un monumento in memoria delle vittime.

Specialità

Pierogi
Pierogi

Ravioli ripieni.

press to zoom
Bigos
Bigos

Stufato di crauti e carne.

press to zoom
Vodka
Vodka

Pura, mysliwska (aromatica al ginepro) o alla ciliegia.

press to zoom
Zurek
Zurek

Zuppa servita in mezzo al pane.

press to zoom
Chieb
Chieb

Il pane per i polacchi è molto più che mera sussistenza: significa buona sorte e gli anziani ancora usano baciare un pezzo di pane se è caduto per terra.

press to zoom

Quando andare

Alta stagione

Media stagione 

Bassa stagione

Marzo-Aprile e Ottobre

Maggio-Settembre

Novembre-Febbraio

Mezzi di trasporto

download (1).jpg

Autobus

Gli autobus della rete nazionale PKS collegano le grandi città e su certi percorsi possono essere più veloci dei treni. Gli autobus sono utili per raggiungere cittadine e villaggi remoti dove non arriva la ferrovia. 

download.png

Auto

Le automobili private sono sempre comode per viaggiare al proprio ritmo, ma le autostrade polacche possono essere strette e affollate.

Treno-Monaco-Rimini.jpg

Treni

I treni intercity polacchi offrono un servizio di collegamento affidabile e veloce tra le città principali.

informazioni per il vostro viaggio

Moneta e Lingua

La lingua ufficiale è il polacco.

La valuta nazionale è il Złoty polacco (PLN).

Sicurezza

Non ci sono da segnalare condizioni particolari di pericolo anche se ultimamente si registrano sempre più frequenti episodi di microcriminalità come borseggi, rapine o furti d'auto. Generalmente è sufficiente usare le semplici cautele che normalmente si adottano: prestare attenzione alle borse e alle tasche nei luoghi molto affollati, non lasciare borse o oggetti di valore visibili all'interno dell'auto, non esibire grosse somme di denaro o gioielli di valore, non tenere tutto il proprio denaro nello stesso posto. Se si viaggia in treno evitare di addormentarsi o ci si potrebbe risvegliare senza soldi e senza bagagli.

Se si viaggia in auto, fuori dai centri abitati molte strade si trovano in precario stato di manutenzione e sono poco illuminate; è quindi consigliabile mantenere una velocità ridotta.

Le città sono sicure, soprattutto nei centri storici. Bisogna usare maggiori precauzioni in alcuni sobborghi dei grandi centri urbani dove si aggirano gruppi di giovani teppisti e skinhead il cui principale divertimento è di attaccar briga con la gente, in particolar modo con gli stranieri. Se si dovesse creare qualche tipo di discussione o contrasto con questo genere di bulli la cosa migliore da fare è allontanarsi il più velocemente possibile e chiamare la polizia.

In Polonia tutte le leggi vengono rispettate molto alla lettera, quindi si consiglia di attraversare le strade solo sulle strisce pedonali, rispettare il semaforo (incluso quello pedonale) ect. Nei centri urbani sono presenti molti agenti di polizia a piedi.

In Polonia è vietato fumare e consumare alcolici nei luoghi pubblici (per strada, alla fermata dell'autobus, parchi).

Requisiti d'ingresso

La Polonia è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia l'Unione europea

Allo stesso modo, un visto concesso da un qualunque membro Schengen è valido in tutti gli altri paesi che hanno firmato e attuato il trattato. Ma attenzione: non tutti i membri dell'Unione europea hanno firmato il trattato di Schengen, e non tutti i membri di Schengen fanno parte dell'Unione europea.

Situazione Sanitaria

il livello delle strutture sanitarie pubbliche è accettabile. Nelle città maggiori si trovano cliniche e ambulatori privati dove il livello è decisamente più elevato e si può più facilmente trovare personale che parla inglese. Non vi sono carenze igieniche e non è richiesta alcuna vaccinazione.